Autorità Portuale di Salerno

Territorial office of Salerno

Meteocamera.png
*
Home > Communication > Notes > Portualità e logistica: il Sud si muove, in direzione dello sviluppo
Portualità e logistica: il Sud si muove, in direzione dello sviluppo Save as pdf Print E-mail
17/10/2014

Questo è il titolo del workshop che si svolgerà il 21 ottobre 2014 a Salerno, presso il Gran Salone del Genovesi - Centro Congressi Internazionale “Salernoincontra”, dalle ore 10.30 alle ore 13.30.L’evento, realizzato in collaborazione con l’Autorità Portuale di Salerno, si inserisce nell’ambito delle attività di comunicazione dell’Autorità di Gestione del Programma Operativo Nazionale (PON) Reti e Mobilità 2007-2013 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti -Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali.

L’incontro sarà aperto da un rappresentante dell'Autorità di Gestione del PON Reti e Mobilità, dal Sindaco di Salerno on. Vincenzo De Luca, dal Presidente della Camera di Commercio di Salerno dott. Guido Arzano e dal Presidente dell’Autorità Portuale di Salerno, avv. Andrea Annunziata. Interverranno, inoltre, il dott. Nicola Coccia, PastPresident e Membro del Consiglio esecutivo di Confitarma; il dott. Marcello Donnarumma, Direzione commerciale del Gruppo Grimaldi, l’ing. Giuseppe Amoruso, Amministratore Delegato di Amoruso Giuseppe S.p.A. e il Prof. Vincenzo Galdi, Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno.

Il workshop di Salerno rappresenta la seconda di quattro iniziative che si stanno svolgendo nelle regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e che mirano a coinvolgere le Istituzioni e le Autorità Portuali, gli imprenditori e gli operatori privati, il mondo accademico, gli esperti di logistica e le associazioni di categoria. L’intento è quello di focalizzare l’attenzione sui temi della logistica e della portualità al Sud, e in particolare sugli interventi infrastrutturali realizzati nel Mezzogiorno d’Italia, dal valore del network portuale italiano all’importanza del “fare sistema” fino all’attuale riforma dei porti, con uno sguardo sulle prospettive di crescita e sulle strategie per i prossimi anni.

È stato scelto il Porto di Salerno per l’importanza che il progetto “Porta Ovest” riveste, sia per l’entità dei fondi stanziati pari a circa 150 milioni di euro, sia perché risponde a pieno alle finalità del PON Reti e Mobilità 2007-2013, migliorando ilsistema di trasporto intermodale. Infatti, il progetto consente, mediante la costruzione di circa 5 km di gallerie, il collegamento diretto tra Porto e svincoli autostradali e ferroviari. A ciò si deve aggiungere la capacità mostrata da parte del Comune di Salerno e dell’Autorità Portuale di Salerno di utilizzare compiutamente i finanziamenti comunitari, e, quindi, di realizzare importanti interventi infrastrutturali.

Durante il workshop sarà proiettato il documentario “Il viaggio delle merci”, un percorso che ha visto impegnati insieme Istituzioni e operatori privati, seguito da una tavola rotonda che sarà moderata dal giornalista Alessandro Fava del Piano.