Autorità Portuale di Salerno

Ufficio territoriale portuale di Salerno

MeteoGalleria fotografica
*
Home > Comunicazione > Comunicati > L'adeguamento tecnico-funzionale del Porto di Salerno e la nascita di un nuovo polo crocieristico
L'adeguamento tecnico-funzionale del Porto di Salerno e la nascita di un nuovo polo crocieristico Salva in file pdf Stampa Invia con e-mail
04/11/2010

La Terza Sezione del massimo Organo tecnico consultivo dello Stato, il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, ha favorevolmente votato la "Proposta di adeguamento tecnico-funzionale delle opere previste dal Piano Regolatore Portuale" formulata, nello scorso mese di marzo, dall'Autorità Portuale di Salerno.

Tale approvazione segna un momento di straordinaria importanza per il futuro sviluppo del Porto di Salerno e di fondamentale rilevanza per gli sviluppi, a medio e lungo termine, dello Scalo commerciale, dacché inciderà positivamente sull'intera economia cittadina, in un momento di lenta ascesa dal baratro della crisi internazionale dei mercati.
Il Porto di Salerno getta, dunque, le fondamenta di un'auspicata ripresa, fornendo anche al territorio extraregionale un determinante contributo alla promozione delle politiche infrastrutturali che connotano la "mission" delle Autorità Portuali nel nostro Paese.
E', altresì, degno di rilievo che quella dell'Autorità Portuale di Salerno sia stata la prima Proposta in Italia, a seguito del recente Voto n. 93 dell'ottobre 2009 con cui il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha fornito gli indirizzi tecnici, metodologici e gli ambiti procedimentali in materia di adeguamenti tecnico-funzionali dei piani regolatori portuali, presentata ed approvata con l'obiettivo di rispondere, in tempi rapidi, alle pressanti esigenze dei traffici portuali in costante divenire.

L'approvazione dell'argomentata Proposta costituisce, in tal senso, una propizia occasione di sviluppo occupazionale per il territorio e consente all'Autorità Portuale di Salerno di poter attivare le procedure per la realizzazione dei previsti interventi infrastrutturali che consolideranno ed incrementeranno i traffici commerciali e crocieristici.
Proprio il settore crocieristico che ha fatto registrare, nel corso degli ultimi anni, una rimarchevole ascesa ed un gradimento sempre maggiore verso tale tipologia di turismo (a tal punto da indurre le più grandi compagnie crocieristiche ad individuare Salerno quale "home port" per le rotte nazionali ed internazionali) potrà trarre giovamento dalla realizzazione di infrastrutture cardini per il proprio sviluppo: il consolidamento del Molo Manfredi, il prolungamento dell'omonima banchina e il dragaggio dei fondali portuali.
Opere che, una volta realizzate, consentiranno, unitamente all'ultimazione dell'edificanda, nuova, stazione marittima, allo Scalo salernitano di accogliere navi da crociera di ultima generazione, realizzate secondo standard innovativi e all'avanguardia nell'industria crocieristica mondiale.

In meno di due anni da oggi, autentiche "città galleggianti", con stazze superiori a 150.000 tonnellate, lunghezze di circa 350 metri ed in grado di contenere anche 4.000 viaggiatori, arriverebbero e partirebbero da Salerno confermando, di fatto, la città nei circuiti turistici nazionali e lanciandone l'immagine di attrattore realmente competitivo in tutto il mondo.
Sulla scorta di tali considerazioni, è agevole prefigurare che proprio il settore crocieristico potrà rappresentare l'imprescindibile volano economico-occupazionale che il territorio, da tempo, chiede agli Amministratori e alle Istituzioni.