Autorità Portuale di Salerno

Ufficio Territoriale Portuale di Salerno

MeteoGalleria fotografica
*
 
Andamento dei traffici del porto di Salerno nel 2006 Salva in file pdf Stampa Invia con e-mail
13/02/2007

Dai traffici registrati nel porto di Salerno per l’anno 2006, si rileva un generale andamento positivo delle attività portuali, sia con riferimento al totale delle merci movimentate (tonn. 8.634.586 con +6% rispetto al 2005), sia al numero delle navi approdate (n. 2.223 con + 2% rispetto al 2005).  Il dato relativo al calo delle movimentazioni dei containers va correlato, in questa fase, principalmente a vicende di riassetto proprietario di alcune grandi compagnie di navigazione (fusioni tra MAERSK e P&O e tra HAPAGLLOYD e C.P. SHIPS).

Restiamo, comunque, nel settore dei containers uno dei principali porti italiani, nonostante le note criticità strutturali (spazi a terra e fondali), destinate ad accentuarsi nei futuri scenari del gigantismo navale. Sia gli incoraggianti dati positivi che quelli negativi, proprio perché connessi alle criticità della conformazione fisica dello scalo, concorrono a rendere attuale e seria la riflessione che opportunamente si è sviluppata in questi ultimi mesi sulla prospettiva di realizzare una nuova infrastruttura portuale nell’area a sud del Comune capoluogo. E’ evidente che tale proposta dovrà essere adeguatamente valutata, previo opportuni approfondimenti tecnici ed economico-finanziari, sia in sede regionale che a livello statale, trattandosi sicuramente di una infrastruttura di rilevanza nazionale e internazionale. 

Il notevole impegno finanziario connesso a tale realizzazione incontra particolari condizioni di favore nella prospettiva di una più spiccata autonomia finanziaria delle Autorità Portuali, sancita dall’ultima Legge Finanziaria 2007, di un concorso di operatori portuali privati negli investimenti infrastrutturali, nonché nella straordinaria ed ultima opportunità offerta dai fondi del POR Campania 2007 – 2013. Naturalmente il doveroso sguardo al domani non deve distrarre dagli assilli dell’oggi, perché oggi e non domani lavorano nel porto e attorno ad esso migliaia di lavoratori. Per questo rimane forte l’impegno per garantire all’attuale scalo portuale adeguati standard di efficienza, mediante le previste opere di prolungamento moli, consolidamento banchine e di approfondimento fondali, per altro coerenti con qualsiasi scenario futuro.

Tra gli obiettivi del breve periodo rientra senz’altro l’adeguamento dei collegamenti dello scalo con la rete autostradale ed una migliore separazione dei traffici portuali da quelli urbani, sviluppando la già proficua collaborazione con l’Amministrazione comunale che, tra l’altro, consentirà a breve di concludere le procedure di aggiudica del concorso di idee “Salerno Porta Ovest”.